Geraci Siculo







 

Anno di fondazione: 1689
Anno di soppressione civile: 1866
Titolo: Assunzione della Beata Vergine Maria

Storia: L’iniziativa della presenza dei Cappuccini a Geraci Siculo partì dal Marchese di Geraci Don Rodrigo Ventimiglia, il quale dopo essersi consultato con P. Giammaria da Geraci, ottenne da questi la promessa di presentare il suo desiderio al Capitolo provinciale. Cosa che avvenne nel Capitolo celebrato a Nicosia il 7 dicembre 1685. I Capitolari si mostrarono favorevoli ad accogliere il desiderio del Marchese, tenuto conto del suo impegno di provvedere insieme agli abitanti di Geraci alle spese della fabbrica del Convento e della Chiesa. Morto il Marchese Don Rodrigo, gli abitanti di Geraci non erano più disposti a mantenere fede all’impegno preso. Per cui soltanto nel 1689 il giorno 28 ottobre si piantò la Croce ed iniziarono i lavori di costruzione del Convento e della Chiesa, che si protrassero sino al 1704. Dopo la soppressione il Convento non fu più riacquistato e venne destinati a usi diversi: da Lazzaretto a colonia estiva, a scuola professionale; dopo la seconda guerra mondiale venne adibito a campo militare estivo. Nel 1960 fu venduto con asta pubblica ad un privato, quindi passò al Comune. Negli anni ’90 è stato restaurato e oggi ospita il Museo del paese ed è luogo di incontri culturali. Il patrimonio librario è confluito nella Biblioteca comunale.

Arte: Assunzione di Maria: tela di Giuseppe Salerno [1570-1633]. Si trova attualmente nella Chiesa Madre di Geraci Siculo, nella Cappella dell’Annunziata. Due tele raffiguranti S. Agata e S. Cristina di autore ignoto del secolo XVIII; si trovano anch’esse nella Chiesa Madre. La Custodia fu prelevata, nei primi del ‘900, dal Sacerdote Don Bartolo Castello, che operava tra Siracusa e Noto. Non si sa dove attualmente si trovi.

Fonti e Bibliografia

Bull. Cap. III, 190, 323; Analecta Cap. 1 (1884-85) 188; Lex. cap., 679; BONAVENTURA DA TROINA, Breve ma certa veridica notizia, 157-164, Ms in BPCME; ANDREA DA PATERNÒ, Notizie storiche, I, LVIII-LXI; FILIPPO DA FIRENZE, Fondazioni de’ Conventi, II, 51, Ms in Archivio provinciale dei Cappuccini di Firenze; GIUSTINO DA PATTI, Cenni storici sui Conventi cappuccini della Provincia messinese. Frati, Scrittori e opere, Dattiloscritto in APCME; GIUSTINO DA PATTI, Questioni bizantine, XVIII, 124-126, Dattiloscritto in APCME; RITA SPALLINA, Cime e memorie. In viaggio per le alte Madonie, 2008.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Do il consenso