Pettineo

Anno di fondazione cappuccina: 1579-1582
Anno di soppressione civile: 1866 
Riapertura: 1901
Titolo: San Michele Arcangelo

Storia: Il Convento fu fondato dai Giurati di Pettineo il 17 settembre 1579, ma i Frati vi andarono soltanto nel 1582. Negli anni 1686 e 1692 il Convento fu ingrandito. Con la soppressione degli Ordini religiosi del 1866 il Convento passò allo Stato. Nel 1868 l’Amministrazione per il Fondo Culto consegnò al Comune di Pettineo il fabbricato del Convento e l’orto annesso. Il Comune mise a disposizione dei Frati tutto il Convento. Nel 1879 il Comune cedeva in affitto alla Provincia dei Cappuccini di Messina una parte del Convento, con l’esclusione dei locali adibiti a Caserma dei Carabinieri. Nel 1901, con atto rogato in Notar Scirò, il Convento e l’orto furono comprati da P. Maria Giuseppe da Pettineo. Nel 1927 anche il Convento di Pettineo fu incluso nel Decreto di soppressione della Congregazione dei Religiosi. Nel 1939, in seguito ad accordo avvenuto tra il Ministro Provinciale e il Podestà di Pettineo, quel Convento venne retrocesso legalmente alla Provincia e vi si destinarono a custodia un Padre e un frate. Nel 1948 il Convento fu chiuso definitivamente. 
A seguito del terremoto del 1967 anche i Carabinieri abbandonarono i locali del convento a loro uso, di cui pagavano l’affitto ai Frati. L’11 novembre del 1980 il Convento è stato concesso, per 50 anni, in comodato gratuito alla Diocesi di Patti.

Arte: Grande tela raffigurante la Madonna con S. Francesco e S. Chiara e un altro Santo Cappuccino (Madonna degli Angeli) di Guglielmo Borremans (1672-1744); Tela raffigurante S. Giovanni e L’Addolorata del sec. XVII (trasferita nel Museo della Provincia a Gibilmanna).

Fonti e Bibliografia

Archivio di Stato di Messina. Fondo corporazioni religiose soppresse: Cappuccini-Pettineo, N. 24; Bull. Cap. III, 323; Lex. cap., 1351; ANDREA DA PATERNÒ, Notizie storiche, I, XLVI;  G. BARBERA, Una pala d’altare di Guglielmo Borremans, in Ottant’anni di un Maestro. Omaggio a Ferdinando Bologna, a cura di F. Abbate, II, Roma 2006, 589-593; BONAVENTURA DA TROINA, Breve ma certa veridica notizia, 113-114; Ms. in BPCME; FILIPPO DA FIRENZE, Fondazioni de' Conventi, II, 91, in Archivio provinciale dei Cappuccini di Firenze; F. FIORE- G. LIPARI, Catalogo delle edizioni del XVII secolo. I.  La Biblioteca provinciale di Messina, Messina, 2003, 3 v.; GIUSTINO DA PATTI, Cenni storici sui Conventi cappuccini della Provincia messinese. Frati, Scrittori e opere, Dattiloscritto in APCME; G. LIPARI, Incunaboli e cinquecentine della Provincia dei Cappuccini di Messina, Messina, [1995], 2 v.; S. MACHI’, La fondazione del convento dei Cappuccini a Pettineo, in Paleokastro, rivista trimestrale di studi sul Valdemone, V, 17, dicembre 2005, p. 65. MANGANARO Mario (a cura) Complessi religiosi nella Provincia di Messina. Rilevamenti. Messina, Sicania, 2005; MARIANO D’ALATRI (ed.), Inchiesta 1650, 38.

Galleria fotografica

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Do il consenso